Finalità dell’Associazione

Dall’Atto Costitutivo della “piccola opera”, all’Art.3 si legge:

L’associazione ha come scopo:

  1. tutelare la vita dal concepimento alla morte naturale;
  2. coordinare azioni di assistenza a donne e a studenti, specie se aspiranti al sacerdozio cattolico, in difficoltà;
  3. promuovere, favorire, curare le adozioni “genitoriali”, nazionali ed internazionali;
  4. attuare adozioni a distanza;
  5. accogliere bambini in case-famiglia;
  6. prevenire situazioni di emarginazione di chiunque a causa della limitazione di libertà, di pregiudizi di razza, di sesso, di lingua, di religione, di opinioni politiche;
  7. creare attività di assistenza socio-sanitaria;
  8. aprire o gestire scuole di ogni grado e di formazione professionale;
  9. aprire/gestire asili nido;
  10. aprire/gestire, anche in convenzione con Enti pubblici o privati, servizi per persone diversamente abili, per anziani o ammalati terminali.

La medesima cosa è riportata all’Art. 4 dello Statuto dell’Associazione.